[TAT] Ricette Fatte e Rifatte

[TAT] Una Cheesecake al pistacchio

    Mi piace guardare su internet video di cucina, di come la gente è riuscita a costruire un piccolo mondo tutto loro, fatto di farina, uova, sale. Dove creano dolci e pietanze belle da vedere e , credo, buone da mangiare.

Seguivo all’inzio il blog di Giallo Zafferano, ma ad essere sincera, non mi è mai uscita una loro ricetta. Le ho fatte e rifatte, ma non so come mai, ogni cosa che cucinavo ne usciva una schifezza. La colpa non è mia e  neppure la loro, semplicemente non c’è stato quella scintilla fra noi. Neppure le farfalle allo stomaco, quindi ho cercato altrove.

Alla fine, dopo diverse delusioni, ho incontrato Fatto in casa da Benedetta”. Non ricordo la prima ricetta fatta, ma ogni cosa che ho preparato, non è mai finito nel sacco dell’immondizia, ma nelle nostre pance.

Oggi vi voglio raccontare di una Cheesecake al pistacchio. Semplice, ma veramente buona. Di quando avete voglia di dolce, ma è impossibile accendere il formo in un pomeriggio caldo di Luglio. Insomma, ho fatto una ricetta di “ Fatto in casa da Benedetta”, anche mia.

Lei la propone con le fragole. Io  ho fatto una piccola modifica. Pistacchio e Formaggio, tipo Philadelphia.

Continue reading “[TAT] Una Cheesecake al pistacchio”

[TAT] My life

[TAT] Io e Lui. Piccola presentazione

 

Io e Lui.

Io: Amoo. (piccola pausa) Ti amo.

Lui: Pazienza.

Lo guardo con un sorriso, scuoto la testa e gli do un piccolo colpetto sulla spalla.

Questi siamo noi. Un uomo e una donna che si sono incontrati nel momento giusto della loro vita. Che fin dall’inizio hanno scelto di stare insieme e di non mollare davanti alle difficoltà. Di reagire davanti alle proprie responsabilità e senza dare la colpa ad altri. Senza darsi la colpa a vicenda. Semplicemente hanno imparato ad amarsi giorno per giorno.

Non è semplice per me, parlare di quel periodo della mia vita, e  credo che non  lo farò mai. Semplicemente perché io sono rinata da quando ho incontrato mio marito. La Elisa prima di lui, non esiste più.

 

Io e Lui. Anime gemelle, quanto diverse.

Io e Lui. Semplicemente noi.

 

Io: Amo, ti piaccio con i capelli blu

Lui: Quello che conta è che ti senti bene tu

A volte mi è difficile fare la seria con lui e raramente riusciamo a fare un discorso serio senza cadere nell’ironia e ridere come due adolescenti. Le poche volte che litighiamo però sono toste. Ci urliamo contro, senza però mai darci la colpa.

Urliamo.

Poi rimaniamo in silenzio e alla fine chi ha torto fa la prima mossa per far pace.

Io e Lui.

Io: Amo. Che pasta vuoi?

Lui: (pausa) I fusilli

Sembra banale, ma per me non lo è.  Non mi è  mai piaciuto “Scegli tu..” se ti faccio una domanda, vorrei una risposta concreta. E questa è la prima cosa che mi ha fatto capire che potevo innamorarmi follemente di lui. Poi ovvio, se non ho voglia di fusilli, si arriva sempre a un compromesso 😊

Io: Amo…

Lui: Andrà tutto bene

E alla fine, dopo questa, il mio cuore è stato completamente suo. Sono le sue parole magiche. Il suo modo per dirmi che insieme possiamo arrivare in alto. Che possiamo superare ogni ostacolo che avremo davanti. Ed è stato così. Stiamo vivendo e superando i problemi che la vita ci da. Siamo dei sopravvissuti a dei momenti difficile e li abbiamo superati con il suo “ Andrà tutto bene”. Con le risate, con le lacrime, con le litigate, con il nostro amore. Siamo Io e Lui.

Siamo semplicemente noi.

 

© 2017 TAT Tutti i diritti riservati

Foto Web

[TAT] Bisogna avere stile per essere donna

Intervista a Silvia. Mamma di tre

                    Con questa mia primissima intervista, si apre una parte del mio blog a cui tengo parecchio. Un idea nata tempo fa, quando avevo un blog di solo racconti tutto al femminile. “ Bisogna aver stile per esser Donna.’

Con questa piccola rubrica, cerco di catturare, con una serie di domanda, la vita di donne di tutti i giorni.  Di comprendere il nostro mondo fatto di mille sfumature, di emozioni, di imprevisti e cosi’ oggi vi presento Silvia, classe ’65, in dieci domande. Madre di tre. Moglie. Donna. Una persona che ha scelto di lasciare il proprio lavoro per dedicarsi ai figli. Ci conosciamo da 8 anni: i primi tre anni della materna, i gemelli sono andati in classe con il mio grande. Alle elementari, solo il maschio e’ finito nella stessa sezione con mio figlio e ora le nostre strade si stanno separando, avendo scelto medie diverse. Una donna forte, determinata. Una mamma che reputo con la M maiuscola. Ma prima di tutto io la vedo come una donna che dona tutta se stessa per i suoi figli. Grazie Silvia per questa piccola intervista. Continue reading “Intervista a Silvia. Mamma di tre”

[TAT] My life

[TAT] “Qual’e’ l’eta’ giusta per un bambino nel avere un cellulare?” 

     Ebbene si. Ho permesso a mio figlio di 11 anni di comparsi il cellulare. Sono una mamma troppo permissiva? Qual’e’ l’eta’ giusta per avere un cellulare? E’ troppo presto?Queste sono alcune domande che mi sono posta in questi ultimi mesi per decidere, insieme a mio marito, quando nostro figlio potesse avere il cellulare. Non credo di essere un genitore a favore, ma neppure contro, che un bambino della sua eta’ debba avere gia’ uno smartphone. A settembre lui andra’ alle medie e so di certo, che piu’ della meta’ della sua classe lo avra’. Quindi che cosa fare?  Sara’ emarginato? Sara’ pronto nel gestirlo? E alla fine ho deciso e ho trovato una soluzione ideale. Sia per me, che per lui. Aveva dei soldi da parte. Regali di comunione e cresima e di compleanno, e allora gli ho proposto di spenderli per prendersi un cellulare ( che avrei scelto io ) invece di usarli per un gioco della PS o comprarsi le carte Pokemon. Ho fatto una piccola ricerca, e ho trovato il Samsung J3 adatto alla sua eta’. Io lo definisco un piccolo cellulare per un grande bambino.  Ha la memoria giusta per un bambino della sua eta’ e avendo trovato anche un tariffa buona e controllata,  Tim young Junior e ho preso in mano la situazione e cosi gli ho proposto:

“Vuoi utilizzare quei soldi per comprarti finalmente il cellulare??”

“Davvero? Siiiiiiiiii’

Mio marito non e’ stato troppo contento, di questa mia iniziativa. Secondo lui dovevamo ancora aspettare. Ha ragione? Sinceramente non saprei. Sono quelle situazioni che si ha parere diverso ed e’ difficile, o addirittura impossibile, trovare una soluzione insieme. Continue reading “[TAT] “Qual’e’ l’eta’ giusta per un bambino nel avere un cellulare?” “

[TAT] My life

[TAT] Il passaggio dalle elementari alle medie di una mamma

 

       Ci siamo sempre soffermati nel preoccuparsi di come i nostri figli possa reagire in questo loro nuovo percorso. Dai 5 anni della scuola primaria alla scuola secondaria di primo grado. Che detta cosi’, con questa paroloni, fa un po spavento. Che tradotto e’ semplicemente il passaggio dalle elementari alle medie.
E’ naturale che noi genitori pensiamo prima alle loro necessita’ ed aiutarli ad affrontare questo loro nuovo percorso che fa paura. E’ il loro primo cambiamento consapevole che stanno crescendo e che non sono piu’ dei bambini
E in tutto questo, ci siamo noi genitori a prenderli per mano, ma alla fine, noi come ci sentiamo? come viviamo questo loro nuovo percorso?
Io ovviamente vi racconto la mia esperienza di mamma che ha appena salutato la Maestra delle elementari del proprio figlio. Lui ha 11 anni e a settembre iniziera’ la prima media. Terrore puro. E davanti a lui non posso mostrarmi spaventa, anzi devo essere sicura, e cercare di dargli tranquillita’ su cio’ che affrontera’.
Ammetto di essere una mamma ansiosa, e su questo ci sto lavorando. Non posso farlo diventare più nevrotico di me. 🙂
Per far capire a che livello sono ho cominciando a pensare alle medie quando ha finito la terza elementare, tartassandomi di domande.
1. Quale scuola scegliere.
2. Come sceglierla.
3. E perche’ devo scegliere io? Continue reading “[TAT] Il passaggio dalle elementari alle medie di una mamma”

[TAT] Recensioni

[TAT] Bianconiglio

     Nel leggere il titolo del post ti aspetti di entrare nel mondo di Alice delle Meraviglie, invece non e’ cosi. Vi porto a visitare, in una via del centro storico di Rimini, un negozio di solo intimo per bambini da 0-16 anni, La proprietaria, Michela, e’ una mia amica, che all’improvviso ha deciso di mollare il suo vecchio lavoro, per costruire qualcosa di suo e di innovativo, perche’ a Rimini, un negozio cosi’ non c’e’.
Frugi, Schiesser, Bolognini Patrizia, Popolini, Zebra, Miss e Mumi Design, sono queste le brand che si possono trovare nel suo piccolo mondo.

Continue reading “[TAT] Bianconiglio”

[TAT] Idee fai da te

[TAT] Una mia piccola idea per delle Bomboniere.

Maggio e’ il mese di comunioni e cresime. E finalmente sono arrivata anche io a questo traguardo. Mio figlio, il piu’ grande, ha ricevuto entrambi i sacramenti, il 7 Maggio. Per fortuna e’ stata una giornata mite, dopo una settimana e piu’ di pioggia e freddo, una giornata ricca di emozioni. Per noi cattolici e’ come il Bar mitzvah degli ebrei e non si e’ piu’ bambini, ma si entra dell’eta’ adulta. Una consapevolezza in cio’ che si crede.

Ma tralasciando tutto il discorso religioso, per noi mamme si presenta, il momento delle decisioni. Come si organizza una doppia festa? Si sceglie il ristorante, il vestito e le bomboniere.

La parte del ristorante e vestito credo che sia la parte piu’ semplice, almeno per me. Le bomboniere? che cosa fare? Io che mi reputo una persona un po’ fuori dalle righe, non amo particolarmente le bomboniere in argento. Anche se le scelte sono tante: cucchiai, cornici, portachiavi e altri oggetti che hanno sono la utilita’ di prendere polvere nelle nostre vetrinate o scaffali di casa.

Volevo qualcosa di originale, di diverso. Continue reading “[TAT] Una mia piccola idea per delle Bomboniere.”